Emergenza Pesca, finalmente siglato l’accordo tra Provincia di Napoli e Regione Campania per incentivi ai pescatori in crisi


Accordo tra l’Amministrazione Provinciale di Napoli e la Regione Campania, per migliorare le imprese nel settore della pesca. Così è nato il nuovo bando di gara riguardante il mercato ittico campano, di 8 milioni e mezzo di euro, rivolto ai Gruppi di Azione Costiera alla Costiera che a loro volta vedono coinvolti i comuni e le imprese del mercato del pesce in costiera sorrentina e flegrea. L’iniziativa è stata illustrata nel convegno “Un nuovo sviluppo per la pesca in Campania”, nella sala conferenze di palazzo Matteotti, dove il presidente della Provincia partenopea, Luigi Cesaro, partecipando alla tavola rotonda, ha dichiarato: “L’attività della pubblica amministrazione giunge al massimo della sua efficienza quando punta ad affiancare, informare e stimolare le forze produttive, non solo con finanziamenti – ha continuato – ma anche con un’informazione precisa e puntuale”. Inoltre è stato spiegato il patto tra le istituzioni cittadine sull’attuazione delle Misure del Fondo Europeo per la Pesca, il FEP CAMPANIA 2007 -2013. Adesso l’ente Matteotti punterà sui piani di sviluppo che possono investire nel settore della pesca. Vito Amendolara, consigliere per l’Agricoltura, le Foreste e la
Pesca, delegato del presidente alla Regione Campania, al tavolo dei relatori, dalla sua ha affermato:
“È un settore che se legittimato, per quello che rappresenta, può essere opportunità di sviluppo nella
nostra regione, in quanto settore che si può collegare, – ha sottolineato – pesca turismo, per la
pulizia dei fondali, penso al consumo di pesce a costi accessibili, quindi bisogna utilizzare questa
risorsa, 50 milioni di euro, al meglio, promuovendo il settore, – ha aggiunto Amendolara – per essere
competitivi, costruendo una rete infrastrutturale – poi in linea con un ragionamento europeo, il
Consigliere ha concluso – ci sia voluta questa tragedia sull’aumento del gasolio, che ha fatto
esplodere la protesta che comunque va governata”. Tra glia altri si sono avvicendati al convegno, Linda
Teodorico, funzionario Regione Campania e Giovanni Miele, direttore Area Agricoltura, Turismo e
Marketing Territoriale della Provincia napoletana.
(ilVelino/AGV) ph. napolitoday.it

I commenti sono disabilitati