È morto Antonio Cantalamessa leader della destra napoletana e nazionale

 

Con Antonio Cantalamessa se ne va un pezzo di destra vera, a destra non solo della sinistra. «Un uomo leale». Così il Secolo d’Italia inizia il suo articolo nel ricordo di Antonio Cantalamessa scomparso oggi a 77 anni. «Ma soprattutto un amico» continua il quotidiano.
La destra campana e italiana hanno perso una figura importante del partito. Se ne è andato via per sempre. Parlamentare europeo per il Movimento sociale italiano e attivissimo consigliere comunale a Portici, città cui era molto legato – prosegue il giornale – è stato un combattivo consigliere regionale, dedito con impegno disinteressato alle battaglie condotte dal partito sul territorio. I funerali si svolgeranno domani alle 11 a Portici nella chiesa di piazza San Ciro.

«Mio padre – racconta il figlio Gianluca – ha raggiunto il suo unico segretario, Giorgio Almirante. Mi ha lasciato un grande insegnamento: grazie a lui ho capito cosa significa essere un uomo, che cos’è la destra, che cosa sono i valori». Su Facebook il figlio del leader della destra ha scritto: «Ed ora puoi prenderti tutti i caffè che vuoi,fumare tutte le sigarette che vuoi… Salutami mamma e Giorgio. Ciao papà.

 

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.