Doppio omicidio di camorra. Al corso Sirena a Barra muoiono Franco Gaiola e Ciro Abrunzo

Due persone sono morte al Corso Sirena, nel quartiere napoletano di Barra. Secondo quanto si apprende, i due sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco. Le due persone sono morte sul colpo. Le vittime. L’omicidio è avvenuto sotto l’abitazione di Franco Gaiola, di 58 anni, soprannominato “‘o fachiro”, con diversi precedenti. Con lui si trovava Ciro Abrunzo, 29 anni, conosciuto come “‘o cinese”, incensurato. Secondo la polizia, che indaga sull’episodio, Gaiola sarebbe inquadrato in uno dei clan camorristici della zona di Barra. Killer a bordo di scooter. Sarebbero stati due i sicari che hanno ucciso nella mattinata di oggi a Barra Franco Gaiola e Ciro Abrunzo. I due assassini, secondo una prima ricostruzione, sarebbero giunti in sella ad uno scooter sorprendendo le due vittime designate dinanzi all’abitazione di Gaiola. Quest’ultimo, forse capendo di essere finito nel mirino, ha tentato di rientrare nell’antico edificio dove abitava mentre Abrunzo è finito a terra sul lato opposto della carreggiata. Il suo cadavere è stato ritrovato accanto ad una motocicletta. Compiuta la loro missione i due sicari si sono allontanati precipitosamente lungo lo stesso corso Sirene. Sul posto gli agenti hanno ritrovato diversi bossoli. Tensione sul luogo del duplice omicidio. L’omicidio è avvenuto proprio sotto l’abitazione di Francesco Caiola mentre parlava con l’altro uomo ucciso. La polizia non riesce a circoscrivere la zona perché i parenti di Caiola non intendono allontanarsi dal congiunto. Numerosi i colpi sparati dai due sicari, giunti a bordo di uno scooter e poi fuggiti dopo l’agguato. I parenti delle due vittime sono ancora in preda alla disperazione. Corso Sirena, dove è avvenuto l’agguato, è blindato da una decina di auto della polizia mentre dall’alto un elicottero sta sorvolando l’intero quartiere. Nel frattempo proseguono, da parte degli investigatori, gli accertamenti per ricostruire l’esatta dinamica dell’agguato. Il duplice omicidio è avvenuto lungo un tratto del corso che, di solito, è particolarmente affollato anche per la presenza di negozi.
[email protected]

I commenti sono disabilitati