Contrabbando, doppio fondo per nascondere due quintali di sigarette

 

Il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha arrestato tre ucraini che trasportavano oltre due quintali di sigarette di contrabbando. Le fiamme gialle della Compagnia di Nola, all’uscita del casello autostradale di Tufino, hanno intercettato un autocarro con targa bulgara che è stato fermato e sottoposto a controllo. L’autista e gli occupanti, tre ucraini, sono apparsi subito in forte stato di tensione, dichiarando di trasportare porte in legno da consegnare a Napoli.
I militari, insospettitisi, hanno deciso di procedere ad un’accurata ispezione del carico, a seguito della quale hanno rinvenuto, abilmente occultate in appositi doppi fondi creati nelle pareti del veicolo, circa 1.000 pacchetti di sigarette di contrabbando di produzione ucraina, prive del contrassegno di stato, e riportanti diversi marchi delle più note industrie del settore, per un peso complessivo di oltre due quintali. I tre responsabili sono stati arrestati mentre il mezzo di trasporto ed i tabacchi di contrabbando sono stati posti sotto sequestro. Il fenomeno di approvvigionamento dall’Est Europa risulta essere, nell’ultimo periodo, in sensibile ripresa, sia sotto il profilo della vendita al minuto che del commercio all’ingrosso. Continua, pertanto, incessante l’azione di contrasto ai traffici illegali da parte del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, per garantire condizioni paritarie e leali di concorrenza tra gli operatori economici, nonché la tutela della salute dei consumatori.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.