Casoria, il colpo da 300mila «Francesca ‘a pazza» tradita dal profilo Facebook


NAPOLI – Una rapinatrice nel colpo da 300mila euro messa a segno a Casoria il 3 marzo. Il titolare, un 71enne, fu immobilizzato con fascette di plastica mentre la banda svuotava il negozio. Ne sono convinti gli inquirenti che ha analizzato i video delle telecamere di sicurezza. Oggi la polizia ha arrestato Francesca Guardiglio, 35 anni, ritenuta gravemente indiziata di sequestro di persona e rapina pluriaggravata. Sul suo proflo Facebook, subito intercettato dagli inquirenti, si faceva chiamare «Francesca ‘a pazza». La donna insieme a Domenico Galierio, 30enne, e a Michele Degli Schiavi, 23enne, che sono stati fermati sempre dagli agenti del commissariato di polizia d Poggioreale nei giorni scorsi, è accusata di rapina aggravata ai danni di una gioielleria in via Nazionale delle Puglie. Il colpo aveva fruttato circa 300mila euro in oro e preziosi vari. Le indagini della polizia, sostenute dal sistema di videosorveglianza, hanno consentito di identificare la donna meglio conosciuta con il soprannome di «Francesc ‘a pazz». Un nickname che la donna usava su Facebook. Rintracciata a Somma Vesuviana a casa di un parente avrebbe ammesso di aver partecipato alla rapina. Non le è servito aver cambiato colore di capelli, è stata riconosciuta.
loravesuviana.it

Comments are closed.