Boccarusso:”Massa di Somma come l’ Unione Sovietica, tutto in mano al PD”

foto bocc

Massa di Somma. Anno nuovo, polemiche di sempre. Restano i famosi vent’ anni del leader dell’ opposizione Ciro Boccarusso che, asserisce di chiedere da sempre alla maggioranza guidata dal Sindaco Zeno di aggiornare i Regolamenti Comunali e lo Statuto. – I nostri regolamenti sono così vecchi che vanno in contrasto con le nuove normative, sembrava che il nuovo segretario comunale promettesse bene ma, a distanza di quasi un anno non è cambiato nulla- prosegue il capogruppo del centro destra massese. L’ attacco continua a 360°, prevale quello sulle opere pubbliche affermando che tutti i progetti di cui si vanta il primo cittadino massese appartengono all’ era Di Nicuolo citando la Villa Comunale, il Teatro e, il Parcheggio di Via Ascoli. “ Urgono dei regolamenti per la gestione del nuovo parcheggio e, per la stessa Villa Comunale ormai abbandonata a se stessa per non parlare delle condizioni pietose in cui versano i locali della Meravilla”. Boccarusso polemizza anche sull’ andamento dei lavori dell’ isola ecologica non avendo mai condiviso la scelta di farla sorgere ad una distanza ridotta dal cimitero. Altra questione sono i debiti fuori bilancio che, lo stesso capogruppo di minoranza definisce come una vera e propria tragedia, il comune di Massa di Somma è indebitato di tantissimo, -credo che sia uno dei comuni più indebitati della Provincia di Napoli, basti pensare che i soli debiti nei confronti di GPN ammontano a circa 700mila euro-. Nonostante il disagio economico in cui versano le casse comunali sembra che l’ esecutivo non faccia nulla di concreto per sradicare il problema, hanno difficoltà a recuperare la Tarsu che circa il 50%della popolazione non paga e, piuttosto che preservare gli interessi di tutti i commercianti su cui grava il pagamento di questa tassa, si preoccupa di risolvere i problemi di commercianti a lui cari, prosegue. “Credo che Massa di Somma si possa salvare solo con una svolta epocale, tutti quelli che hanno governato negli ultimi vent’ anni dovrebbero ritirarsi e far emergere persone nuove per dire basta ai soliti problemi e, alle solite promesse non mantenute. Massa di Somma è diventata una piccola Unione Sovietica perché l’ attuale partito PD e l’ attuale amministrazione tengono sotto controllo l’ intero paese”, conclude con amarezza il consigliere Boccarusso.
Margherita Manno

I commenti sono disabilitati