BATMAN CAMPANI – Fondi comunicazione, le Fiamme Gialle tornano in Consiglio regionale. Acquisiti nuovi atti sulle spese per i gruppi in tema

Nuova visita dei militari della Guardia di Finanza nelle sede del consiglio regionale della Campania al Centro direzionale. I finanzieri sono intervenuti nell’ambito dell’inchiesta condotta dal pm Giancarlo Novelli e coordinata dal procuratore aggiunto Francesco Greco, sul presunto uso illecito dei fondi erogati per i gruppi regionali. A quanto si apprende è stata acquisita nuova documentazione riguardante uno dei capitoli della spesa per i gruppi, ovvero le somme di denaro erogate nel settore della comunicazione. La Finanza aveva già proceduto ad un’acquisizione di atti il 21 settembre e ai primi di ottobre quando furono prelevati documenti relativi ai bilanci del consiglio regionali risalenti al quinquennio che va dal 2008 al 2012.  Si tratta di soldi destinati alle gestione diretta dei consiglieri campani e che riguardano la gestione di comunicazione esterna, addetti stampa, spazi autonomi acquistati sulle emittenti locali. Negli uffici della Torre 13 al Centro direzionale i pm del procuratore Giovanni Colangelo vogliono dare sostanza al fascicolo aperto finora per peculato. I fondi per la comunicazione sono tra i pochissimi su cui è possibile limitarsi a una semplice autocertificazione, senza essere obbligati a fatture, ricevute e scontrini.  Secondo quanto si capisce dalle prime mosse, i pm vogliono capire se la realizzazione di pubblicazioni periodiche finanziate con il denaro dei gruppi si configuri come una iniziativa lecita o invece si tratta solo di un meccanismo messo in atto per giro di denaro che alla fine torna al mittente. Un’indagine che non è limitata solo a questo Consiglio regionale, ma che guarda anche alla gestione avvenuta nella passata consiliatura. È presumibile, quindi, che anche lunedì e nei giorni successivi la polizia giudiziaria tornerà al Centro direzionale per nuove acquisizioni di carte utili alle indagini.
[email protected]

I commenti sono disabilitati