A Pollena Trocchia: in un paese senza opposizione di governo, le proposte le fa l’associazione Il Paese Nuovo

Pollena Trocchia – Ringraziano in particolare i volontari dei gruppi di Protezione Civile e Croce Rossa di Pollena Trocchia, il personale amministrativo impegnato sul territorio, le forze dell’ordine, le farmacie, chi lavora nella distribuzione alimentare, il Circolo Didattico che si prodiga al fine di non lasciare soli durante questo periodo i nostri bambini, e a tutti coloro che continuano a lavorare per tutti noi. Ma fanno delle semplici domande al sindaco di Pollena Trocchia Carlo Esposito, d quando insediatosi abituato a non averne in consiglio comunale perché strano caso di vita e politica (e di vita politica) nel comune alle pendici del Vulcano non c’è un’opposizione. Nel silenzio dei partiti, completamente defilatisi dopo le ultime elezioni, quelle che hanno visto candidata solo la lista di Esposito (altro non è che un refresh delle due legislature di centro destra targate Francesco Pinto, più qualche nuovo innesto, sempre legato al passato), è l’associazione Il Paese Nuovo (nata da un’idea di Armando Cunzi e Roberto Braibanti che in poco tempo a Pollena Trocchia ha torvato l’adesione di molti giovani e altrettanti professionisti) a smuovere le acque stantie della politica locale, proprio in un momento di emergenza come questo.

“Le nostre proposte siano da stimolo e da incentivo all’amministrazione comunale e all’attività del Sindaco, oggi Pollena Trocchia è unita per difendere la salute di tutti – scrivono in un comunicato fattoci pervenire –  L’emergenza coronavirus sta mettendo a dura prova la nostra grande comunità. Gli interventi in atto sono svariati e numerosi per questo, ringraziamo tutti coloro che si adoperano per gestire nel miglior modo possibile questa situazione. Un ringraziamento particolare ai volontari dei gruppi di Protezione Civile e Croce Rossa di Pollena Trocchia, al personale amministrativo impegnato sul territorio, alle forze dell’ordine, le farmacie, a chi lavora nella distribuzione alimentare, al Circolo Didattico che si prodiga al fine di non lasciare soli durante questo periodo i nostri bambini, e a tutti coloro che continuano a lavorare per tutti noi. Il momento è complesso e serve affrontarlo con una determinata unità d’intenti che a cui tutti siamo pronti a dare il nostro contributo. A nostra volta vorremo approfittare per avanzare alcune proposte, in parte già prese in considerazione dall’amministrazione e altre che speriamo vengano accolte al più presto. AL SINDACO e al consiglio comunale tutto PROPONIAMO:
– La proroga della scadenza a fine mese, per la presentazione della domanda per l’assegnazione di buoni da spendere sul territorio comunale, presso esercizi commerciali per I’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima neccssità;
– Attivazione di un sportello per supportare nella compilazione della domanda, come è già realtà da qualche giorno in comuni limitrofi;

– la giunta faccia richiesta di una reale attivazione dello Psaut dell’Ospedale Apicella di Pollena Trocchia, capace di operare quel primo screening territoriale che è mancato alla sanità in questo periodo; – esonero pagamento o rimborso in caso di pagamento già effettuato di asili, mense, servizi pre/post scuola e trasporto scolastico per il periodo di chiusura delle attività didattiche imposte da provvedimenti di legge;

– La Polizia Municipale dia indicazioni con l’altoparlante delle vetture di servizio, in merito al divieto di assembramenti e alla necessità di restare in casa il più possibile. Con conseguente aumento di controlli della Polizia Municipale, nei luoghi in cui si verificano assembramenti di persone, consentite dalle Ordinanze (spazi adiacenti farmacie e supermercati);

– Il Comune si faccia carico di verificare e nel caso fornire agli autisti dei mezzi pubblici compresi i tassisti ogni presidio sanitario previsto alla difesa da contagio covid-19, guanti, mascherine a norma e gel disinfettanti;
Far effettuare una sanificazione periodica degli autobus

– Il Comune si faccia carico di verificare e nel caso fornire agli operatori ecologici ogni presidio sanitario previsto per la difesa da contagio covid-19, guanti, mascherine a norma e gel disinfettante;  – Ove ci sia la richiesta, la necessità, Dotazione delle mascherine e specifici presidi DPI, visto il vertiginoso aumento dei costi e inacessibilità alle fasce più deboli, impossibilitate a provvedere in maniera autonoma, (disabili, over 65, soggetti con problematiche accertate)

– Provvisoria esenzione del Canone per l’occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche per nel periodo in cui non sarà possibile svolgere la prorpia te attività;

– Continuare periodicamente, fino al termine ultimo di Pandemia, con procedure di Sanificazione dell’intero territorio, utilizzando saponi germicidi per pulizia di strade, marciapiedi, corrimano e muretti.  Le nostre proposte siano da stimolo e da incentivo all’amministrazione comunale e all’attività del Sindaco, oggi Pollena Trocchia è unita per difendere la salute di tutti !!  Al Sindaco e all’Amministrazione Comunale esprimiamo un sincero augurio di Buona Pasqua a tutti i cittadini di Pollena Trocchia e alle loro famiglie al fine di trascorrere serenamente e in armonia questo periodo di feste”. I volontari dell’associazione Il Paese Futuro ci hanno riferito di aver inviato anche al primo cittadino queste proposte, impegnato sicuramente nell’emergenza per non aver risposto. “Siamo fiduciosi che una risposta mai avvenuta a livello formale – concludono Braibanti e Curzi – arrivi nei fatti”.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.